TICV E TOCV, AGENTI DEL GIALLUME INTERNERVALE DEL POMODORO

Ticv (Tomato infection chlorosis virus) e tocv (Tomato chlorosis virus) sono due virus, appartenenti alla famiglia dei closterovirus, agenti causali del giallume internervale del pomodoro.
Entrambi sono presenti in Italia negli areali di coltivazione de

I sintomi dell’infezione compaiono generalmente nella parte mediana della pianta, e consistono in clorosi e ingiallimenti irregolari nella parte centrale della lamina fogliare: le foglie risultano ispessite, coriacee e fragili al tatto. Successivamente la clorosi si diffonde su tutta la parte internervale della foglia, con comparsa di arrossamenti e necrosi. L’apice della pianta spesso non presenta alcun sintomo.
Le piante colpite manifestano un indebolimento generalizzato, con conseguenti riduzioni di produzione.
Questa particolare sintomatologia, atipica per una malattia di origine virale, può essere facilmente confusa con carenze nutrizionali (in particolare di fosforo, magnesio e manganese), fitotossicità o senescenza.
I virus TICV e ToCV sono trasmessi da aleurodidi (in particolare il TICV da Trialeurodes vaporariorum e il ToCV sia da questa specie che da Bemisia tabaci) in modo semi-persistente; anche pochi individui adulti per metro quadro sono potenzialmente in grado di provocare alte percentuali di danno.
Non è nota, ad oggi, la possibilità di trasmissione per seme, né di trasmissione meccanica.
Poiché le strategie di lotta contro le malattie virali sono molto limitate, e consistono prevalentemente nel controllo degli insetti vettori e nella rimozione tempestiva di eventuali piante infette, è fondamentale analizzare le piante sospette per avere una diagnosi certa della problematica. La tipologia di sintomo, atipica per le patologie virali, rende ancora più difficile una diagnosi non supportata dai saggi di laboratorio.

Verdelab effettua analisi per la detection dei virus TICV e ToCV con metodo molecolare (estrazione degli acidi nucleici e real time RT-PCR) su piante sospette.



Fonte foto